Massacrami

Robert Pattinson, massacrami. Non è un urlo disperato, non è né la digestione di arrosti e panettoni né l’hangover post natalizio che parla. Questa è una constatazione, un pensiero che da qualche mese a questa parte ogni tanto mi arriva in mente, vi alberga per qualche minuto, e se ne va.

Robert Pattinson è entrato nel mio cuore nel 2005, al cinema, guardando Harry Potter. La scena vedeva più o meno me e le mie amiche incastrate nella fila di poltroncine più scomode dell’universo ricoperte di pop corn e caramelle portate da casa: io folgorata da Cedric Diggory e loro che non ne capivano minimamente il suo potenziale ed erano tutte “ma va ma hai visto che mascella, sembra Frankenstein, cheschifo!”. Beh, pochi anni e di quel Frankenstein se ne sarebbero innamorate anche loro. Tutte. Inutile dire quindi che la saga di Twilight l’ho vista solo per lui (rettifico: l’ho vista più e più volte solo per lui), così come superfluo è ricordare che Bel Ami mi fa a fasi alterne piangere, innamorare, ancora piangere e ancora innamorare ogni volta che lo vedo.

Tutto ciò, fino ad un mesetto fa, ha sempre fatto parte di un aspetto “si, guardami fammi innamorare e abbandonami” che riuscivo a nascondere e tirare fuori a seconda delle occasioni. Poi da un giorno all’altro è arrivato lui, elegantissimo e imbronciatissimo, ad ogni fermata del tram, sulle gigantografie che coprono le facciate dei palazzi in ristrutturazione e sui campioncini in profumeria.

Dior, perché mi fai questo? Giorno dopo giorno le mattine iniziavano con il suo sguardo fisso sui miei capelli spettinati e finivano con il mio trucco un po’ sbavato sotto la sua supervisione impassibile. Pensavo quasi di essermi abituata alla sua onnipresente smorfia supersexy quando su youtube è comparso

In un attimo sono tornata subito allo state of mind: “Robert, rapiscimi e andiamo a limonare in ascensore, facciamo i depressi in cima ai grattaceli e roviniamo le feste dei ricchi. Prendimi per mano e corriamo sulla spiaggia, guidiamo come gli zarri sul bagnasciuga e tuffiamoci in piscina vestiti. Guardami con la bocca socchiusa e quegli occhi da bambino rincoglionito che non si capisce mai se vogliano dirti “ti amo ma ti voglio lasciare” o “ti odio ma voglio stare tutta la vita con te“. Tanto ci sono i Led Zeppelin a farci da colonna sonora, non potremmo volere niente di più.”

Annunci

Un pensiero su “Massacrami

  1. boh a me ha stufato un po’.. e non mi è piaciuto per nulla nel “Bel ami” perché non lo ritenevo adatto al personaggio spregiudicato della storia. Diciamo però che se bussa alla porta e mi dice “ciao”, non gliela sbatto in faccia! però non gli direi “massacrami” ma piuttosto “mordimi, che so’ meglio de quella lagna di Bella”! XD

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...