Everybody smoothie

È ormai estate, e anche i più recidivi come me non possono più fare finta di niente. I social network sono densamente popolati di gambe e pance abbronzate, mari splendidi e colline soleggiate, e anche qui in città non c’è strada o parco dove cosce e décolleté non costituiscano l’indiscusso centro dell’attenzione comune.

Si, diciamolo, l’estate per tutti porta con se tutta una serie di abitudini e ricorrenze a cui ognuno di noi non può rinunciare: il cambio degli armadi, la corsa dall’estetista, la spasmodica ricerca di un costume da bagno “che sia alla moda ma non troppo vistoso, che mi valorizzi i punti giusti ma che non costi un occhio della testa e soprattutto che non sia già stato comprato da nessuna delle mie amiche e nemiche”; per me una delle cose che d’estate non posso assolutamente mancare è la frutta. Ne mangerei a tutte le ore: ciliegie, fragole, ananas, banane, cocco, kiwi, pesche, mele, albicocche, fichi, mirtilli, lamponi, meloni, susine, pere… Che bontà!
Avendo questa grande passione ma un dentino che fa male (domani ore 14.30 appuntamento dal dentista e sono già mezza morta di paura) ho trovato una ricetta che fa proprio al caso mio, e sono alcuni giorni che mi alimento quasi esclusivamente con buonissimi smoothie di frutta! Ecco a voi la ricetta con diverse varianti… Per tutti i gusti:

Smoothie di [frutta che preferisci / è un po’ ammaccata ma prima o poi è da mangiare / era in sconto dal fruttivendolo e ne hai comprati troppa]

20130626-161543.jpg

Ingredienti:
Una banana (che conferisce la consistenza giusta)
Frutto che preferisci (es: due pesche, due kiwi, o una grossa pera)
1/2 bicchiere di latte / latte di soia / succo

Opzionali: 1 albume d’ovo
Qualche cubetto di ghiaccio
Zucchero quanto basta

Preparazione:

sbucciare la frutta e sminuzzarla, inserirla quindi nel mixer o nel frullatore insieme agli altri ingredienti e frullare bene, in modo tale che il composto prenda più aria possibile e la buccia della frutta che avete inserito (perché la buccia FA BENE) scompaia quasi alla vista.
Se utilizzate lo smoothie come colazione, io consiglio di montare a neve una chiara d’uovo e all’ultimo di aggiungerla al beverone: da una carica in più per affrontare la giornata (il sapore dello smoothie nonostante all’inizio fossi scettica, rimane pressoché inalterato).

Ora non vi rimane che scegliere la frutta, e frullare!

Io oggi ne ho fatto uno di kiwi-banana e uno di pesche-banana, ma altre versioni che mi piacciono moltissimo sono fragole-ananas-banana, o mirtilli-banana, piuttosto che albicocche-banana. Una variante interessante è prendere frutti di bosco surgelati, o altra frutta che vi sarete preoccupati di mettere in freezer già sminuzzata, e aggiungerli eliminando i cubetti di ghiaccio: una versione decisamente più fresca. Per la frutta che ha anche il corrispettivo succo inoltre (per esempio pera, albicocca, pesca and so on) al posto del latte si può mettere la stessa quantità di succo, magari diminuendo un po’ lo zucchero.

Ed ecco che la colazione, la merenda, o l’aperitivo pre-provacostume prendono forma in un batter d’occhio e (soprattutto) con la minima spesa!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...