Sorrisi, t a n t i

E’ tanto che non scrivo.

E’ tanto che non apro il computer e non fremo di gioia battendo sulla tastiera “qualcosa di assolutamente indispensabile”, tanto che non c’è spazio, nella mia mente, per elaborare quello che provo, tanto che non voglio semplicemente condividere il marasma che mi regna dentro. Sono successe tante cose, tantissime, in questi giorni. E’ successo proprio uno di quegli avvenimenti che ti lasciano senza fiato, che ti svuotano dentro, ti rivoltano come un calzino bagnato, per cui l’unico pensiero che riesci a formulare, l’attimo dopo che realizzi l’avvenuto, è: “la mia vita, d’ora in poi, sarà diversa“.

Non voglio piangermi addosso, e tanto meno desidero la compassione di chi mi legge. Quella, proprio, la odio. Odio, detesto, mi fa ribrezzo scorgere la pena negli occhi di chi mi guarda. Che forse, poi, non si chiama neanche pena; intendo quel modo di fare, quello stato d’animo, con cui un ipocrita può dire le parole più belle del mondo osservando ben da lontano un cucciolo un po’ bruttino, magari sporco e ferito, che infondo non gli suscita che schifo e disprezzo.

E’ tanto che non rido di gusto, che non faccio giochi di parole contorti, che non passo un’intera ora senza pensare al mio papà. E’ tanto, tantissimo, che non riesco a dire o scrivere quello che mi passa per la testa senza scoppiare a piangere come una bambina. Ed è proprio in questi giorni, con questa tristezza che sento come un mattone incastrato nella trachea, che ho imparato ad apprezzare i sorrisi.

Il bello dei sorrisi è che lo riconosci subito quando una persona non è sincera, quando lo fa forzatamente o cerca di nasconderti le emozioni che lo turbano, quando sta disperatamente tentando di non sentirsi fuori luogo o crede semplicemente di essere molto più furba di te, cullandosi tranquilla nella sua stupidità. Amo i sorrisi quelli che mi accompagnano per strada quando faccio le passeggiate con Giuinot, quelli dei bambini che escono da scuola, mi urtano per arrivare prima al tram e girandosi urlando “sscusasiggnòòra!”, quelli delle vecchie zitelle che stanno appostate dietro le finestre e non vedono l’ora di essere scoperte.

Amo il sorriso della mia mamma, per non parlare di quello del mio papà.

Si, adoro i sorrisi perchè mi sento un po’ amata. Da chi? Non è importante: da chiunque abbia il coraggio (o per lo meno lo stia cercando) di lasciarsi andare “gratuitamente”, anche solo per un istante, proprio come me.

Annunci

18 pensieri su “Sorrisi, t a n t i

  1. Pensavo a quella ragazza, brava in cucina, che era un pò che l’email non mi segnalava suoi scritti. Ora leggo ma ho paura di comprendere e di scrivere e non riesco nei commenti dei tuoi amici ad avere certezze. Un caro saluto speranzoso.

    • In realtà non volevo far trapelare troppo esplicitamente ciò che mi è accaduto… Non sono ancora pronta? E’ talmente personale che non riesco a condividerlo? Non riesco a trovare le parole giuste? Non so il “perché”, forse si tratta di tutte queste motivazioni messe insieme… So solo che, prima o poi, (spero) riuscirò a mettere nero su bianco anche questa “storia”. Un bacio grande, grandissimo

  2. I sorrisi,gli abbracci,la sincerità…sono il sale di questa vita.Sentire,percepire,quell’attenzione di cui parli,è pane per l’anima,è forza rinnovata.
    Ti capisco…e ti abbraccio e ti mando 1000 sorrisi,di cuore davvero…

  3. Bellissimo: sorridere a uno sconosciuto e vedere quella frazione di secondo in cui si chiede chi sei e perché non riesce a riconoscerti … e poi, nonostante tutto, vederlo aprirsi in un sorriso per te … Rincuorante direi 🙂

    Qualunque cosa sia quella che ti oscurisce il cuore, sappi che mi hai lasciata con un caldo sorriso di condivisione sulle labbra … il tuo sorriso è arrivato fino a qui 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...